photo il blog tra immagini e parole_zpsqgtslwns.gif

martedì 29 marzo 2016

sorri ai dont spic inglisc


Essere malata, a letto, con nient'altro da fare che leggicchiare e smanettare sul tablet mi ha portato a varie incursioni sui social, da Facebook a Twitter passando per Instagram.

Ho notato così l'abitudine imperante, non solo tra i giovani ma anche tra i matusa come me, di scrivere il proprio "status" in inglese.

Perchè scrivere "I'm cooking" anzichè il nostrano "sto cucinando"?

E un "buongiorno a tutti" è proprio così peggiore di "goodmornig everyone"?

E gli esempi possono continuare all'infinito...

Non nego di far ricorso pure io, di tanto in tanto e per comodità, a qualche vocabolo anglosassone, ma come sempre accade il troppo stroppia.

 La nostra lingua è talmente bella, così musicale, corposa e ricca di sfaccettature...non mettiamola in secondo piano rispetto agli altri idiomi, nè mortifichiamola con i vari xkè, cmq, C6, ki 6 e via martoriando.

Sono pesante e pedante?

Sorri, so ai tink


https://i.embed.ly/1/display/resize?key=1e6a1a1efdb011df84894040444cdc60&url=http%3A%2F%2Fimages.outlookindia.com%2Fimages%2Farticles%2Foutlookindia%2F2009%2F10%2F26%2Fenglish_kid_illus_20091026.jpg&width=810

27 commenti:

  1. Ti leggo da un po' ed è la prima volta che commento.mi piace sempre tanto ciò che scrivi e poi....anche io sono nonna d due!
    Ciò che scrivi mi trova assolutamente d"d'accordo: soprattutto su instagram tutti a scrivere in inglese, ma che senso ha?
    Come ho letto in una vignetta... Poi, se nella vita chi dici hallo, ti rispondono Kitty!!!!!!
    Grazie per questo spazio
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa di "Hello...Kitty!!" proprio non la sapevo, ehehehe...
      Grazie Emanuela, sei molto gentile ♥

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. troppo divertente il tuo post... soprattutto per me che parlo, scrivo, leggo e ascolto in inglese almeno per il 90% della mia giornata!!! concordo con te... la lingua italiana ha un suono molto dolce mentre quella inglese e' molto gutturale... ma in quanto a grammatica c'e' da mettersi le mani nei capelli con quella italiana!! :)
    Un abbraccio... oki doki (ma questo e' ammericano... di cui si potrebbe aprire un dibattito circa gli slang) :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu cara Grace sei praticamente obbligata a far uso dell'inglese! :))
      E poi un conto è scrivere un intero post, esprimere un concetto completo in inglese, un altro è farcirne il nostro linguaggio con termini buttati qua e là a casaccio.
      Concordo con te sulla difficoltà della grammatica italiana, zeppa di regole e contro-regole!

      Elimina
  4. Mi unisco alle tue riflessioni, anche perchè, io, con l'inglese : NIENTE !!!Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io giusto qualche paroletta per la sopravvivenza quando si va all'estero!
      Ciao cara

      Elimina
  5. Sono d'accordo e poi non tutti sanno l'inglese anche se sarebbe ormai d'obbligo a questo punto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'obbligo non saprei, ma se si viaggia direi che è esremamente utile!
      Ciao Pietro :)

      Elimina
  6. Io mi ostino a scrivere anche nei messaggini fine settimana anzichè week end..... fai un po' tu! Rimettiti presto <3

    RispondiElimina
  7. ma come mai non riesco ad inserire questo blog nell'elenco dei blog che seguo? sul clandimariapia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei Dindi... L'unica cosa che mi viene in mente è che possa esserci un limite nel blogroll?

      Elimina
    2. non vredo...comunque riproverò finchè ci riesco. ciao

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  8. mi hai fatto davvero ridere, grazie. Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di averti strappato una risata! :)

      Elimina
  9. Concordo con te cara Sontyna, e oltre ai vari Social come racconti tu… trovo che in Italia si sono adottati molti vocaboli in inglese. Spesso mi chiedo il perché, forse perché suonano meglio? Mah…
    Oltre questo una cosa che proprio non sopporto e a cui accenni anche tu… è quel linguaggio che usano soprattutto i ragazzi di accorciare le parole, trovo sia diseducativo al massimo, perché a lungo andare non sapranno più scrivere in un italiano corretto.
    Guarisci presto cara, ti stringo forte ❤️😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, quello me lo sono scordato! Frasi come " ehi raga ci si becca in disco io porto le siga" fanno davvero rabbrividire ;)

      Elimina
  10. A me infastidisce anche chi mette parole latine dappertutto
    figurati se ci mettono l'inglese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eddai su, le citazioni in latino sono très chic! ;)
      Ciao caro

      Elimina
  11. Io, all'estero, ci son sempre andata con chi l'inglese lo sapeva !! Buona giornata.

    RispondiElimina
  12. Io ricordo come insegnavano le lingue.
    Mi dicevano:"The dog is under the table it has a black spot on his back". Ho provato a dirlo ad un inglese, ma pare che la cosa non importi a nessuno. :)
    Ho deciso che non spicco più inglisc.
    Felice giornata
    un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina