photo il blog tra immagini e parole_zpsqgtslwns.gif

giovedì 17 marzo 2016

uno sguardo verso il cielo


I miei due figli maschi, intercambiabili in quanto gemelli, giocano a basket da oltre vent'anni e amano moltissimo il loro sport.

Questa sono io con loro in una foto di 15 anni fa, quando erano diciassettenni. Per chiarire: tenete presente che io sono alta 176 cm...














Ora giocano a livello amatoriale perchè tra lavoro e famiglia sono piuttosto impegnati (specialmente quello che è già papà), ma da ragazzini sono arrivati a buoni livelli, addirittura in serie A2!

Nella loro carriera hanno avuto il prezioso supporto di allenatori e preparatori davvero bravi ed appassionati, che li hanno saputi formare non solo come atleti ma anche come uomini.
Nella pallacanestro la parola "rispetto" ricorre di continuo, e lo so bene perchè io stessa da ragazza sono stata una giocatrice di questo bellissimo sport.

Tra gli allenatori dei miei figli ce n'è stato uno in particolare che li ha sempre seguiti ed osservati anche quando, superata l'età della sua categoria, sono andati oltre.

Un uomo dall'aspetto massiccio, l'espressione a volte quasi truce ma che poi si apriva in larghi sorrisi; una passione viscerale per il basket e tantissimo impegno anche a carattere di volontariato, che lo rendevano una persona amatissima nell'ambiente.

Ieri, mentre si allenava al palazzetto del paese insieme ai "suoi" bambini, si è improvvisamente accasciato a terra e non si è più rialzato....

"Il basket è uno sport che si gioca alzando gli occhi verso il cielo"...e sono certa che i "tuoi" ragazzi, caro Pier, ogni volta che scenderanno sui parquets e alzeranno gli occhi al canestro, penseranno a te....







8 commenti:

  1. Capisco benissimo cosa vuol dire amare uno sport! Io da piccola giocavo a pallamano ma poi nella mia città hanno tolto la squadra femminile eppure ancora oggi vado alle partite a tifare i miei amici che giocano in serie A ed hanno vinto scudetto e coppa italia! faccio i chilometri (anche 2000 dalla puglia a bolzano) per vedere le finali, e se un giorno avrò un figlio al quale piacerà uno sport lo incoraggerò in tutti i modi perché lo sport pulito insegna i veri valori della vita. Ho conosciuto persone meravigliose che mi sono amiche tutt'ora!
    So cosa significa perdere una persona come un allenatore che è il tuo punto di riferimento ed esempio quando sei piccola... Mi dispiace molto ma i suoi insegnamenti resteranno indelebili nei cuori dei tuoi figli!

    P.s. ho scoperto per caso il tuo blog, è un piacere leggerti!
    peonynanni.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto cara, lo sport aiuta a formare i ragazzi! Grazie per i complimenti, poi passo a trovati!

      Elimina
  2. Ne sono sicura anch’io cara Sontyna, certe persone lasciano un segno indelebile, perché hanno saputo seminare bene, proprio come quest’uomo così speciale.
    La morte mi tocca sempre in modo sensibile, specie quando è improvvisa… non riesco ad accettarla… proprio come in questo periodo che sono morte due persone nel palazzo dove abito, a distanza di dieci giorni l’una dall’atra…
    Un affettuoso abbraccio cara Sontyna, e una preghiera per i suoi cari, avvolti da questo terribile dolore…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Betty cara. Mi si stringe il cuore pensando che Pier lascia una figlia che si sta affacciando ora all'adolescenza... Che tragedia...

      Elimina
  3. mi ricordi tantissimo mia cugina Nadia (è del '61) che per tanti anni ha giocato a basket anche in A2 e ha tre figli altissimi che giocano tutti a basket, uno in particolare era molto dotato ma per salire a livelli più ha un fisico troppo fragile...continua a giocare ma in serie minori.
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono un po' più grande di tua cugina, ma anche i miei figli non hanno come si suol dire "sfondato" perchè troppo magrolini. Hanno comunque continuato a giocare perchè amano troppo lo sport.

      Elimina
  4. Che famiglia meravigliosa,in tutti i sensi, dove la bellezza è unita ad un animo sensibile..
    Lo sport insegna molte cose, la partecipazione, l'unione ,l'affetto e la solidarietà...Vi sringo forte , tutti ma proprio tutti...

    RispondiElimina