photo il blog tra immagini e parole_zpsqgtslwns.gif

mercoledì 13 aprile 2016

il mio mercato


Vivo  in un piccolo paese di quasi novemila abitanti e, considerato che ho anche lavorato all'Ufficio Anagrafe del Comune per 35 anni, si può dire che li conosco quasi tutti.
E si può anche dire che li ho visti proprio nascere...sposarsi...separarsi...avere figli....passare ahimè a miglior vita...
Mi son sentita raccontare di viaggi e vacanze mentre preparavo carte d'identità e moduli per il passaporto, di progetti comuni quando venivano a firmare le pubblicazioni di matrimonio; ho gioito con i papà quando mi portavano le dichiarazioni di nascita, e mi sono commossa davanti al dolore dei parenti che mi consegnavano la denuncia di morte di un loro caro.

Ma sto divagando...

Ogni mercoledì nel mio paese c'è il mercato in piazza, ed io me lo sto veramente godendo solo da quando sono andata in pensione, tre anni fa.
Amo questa passeggiata su e giù tra le bancarelle, abbracciare con lo sguardo i colori della frutta e della verdura, sentirmi l'acquolina passando davanti al banco delle caramelle, guardare tra gli abiti e le maglie per vedere se "ci scappa qualcosa" da acquistare, annusare nell'aria i profumi della rosticceria ambulante.

Ma più di tutto  amo incrociare i volti della gente che mi conosce e che conosco, scambiare un saluto, un cenno, una chiacchierata (ahhh ma ormai al mercato non si fanno più veri affari come una volta!), e sentirmi parte viva della mia comunità.

E se poi, come stamattina, splende un bel sole e spira una piacevole brezza, cos'altro posso chiedere alla vita?  :)

http://graziab.recensionilibri.org/wp-content/uploads/sites/14/2014/02/Mercato_di_quartiere.jpg

8 commenti:

  1. Adoro fare un giro al mercato (da noi si svolge al sabato)perchè è l'occasione per incontrare le persone che, a causa degli impegni di lavoro, non ho tempo di vedere durante la settimana. E poi che bello godersi i colori, gli odori, le chiacchiere....

    RispondiElimina
  2. quanto t'invidio, non so quanto tempo e' che non vado al mercato!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  3. Sono le piccole cose che ci fanno felici!Anche io una volta andavo spesso al mercato ma ultimamente riesco meno!Un abbraccio!Rosetta

    RispondiElimina
  4. Una volta andavo spesso anch’io al mercato, ma ora come ora lo sai no…
    Ma condivido il tuo pensiero, non si fanno più buoni affari… soprattutto i prezzi dell’abbigliamento sono uguali a quelli dei negozi. Ma trovo sia giusto così, è davvero una gran fatica avere un banco al mercato… montare, smontare, con sole, pioggia vento, neve….
    Qui dove abito io per esempio, l’inverno fa molto freddo, a volte anche 10 gradi sotto lo zero, e montare i banchi alle 5 del mattino non dev’essere piacevole per nulla. E poi stare al freddo tutto il giorno fino alle 17 della sera… perchè qui il mercato dura tutto il giorno…
    Quindi per me i prezzi dovrebbero essere più alti di quelli dei negozi…
    Un bacio cara Sontyna, il tuo cuore è sempre colmo di nobili sentimenti 🌺 😘 🌺

    RispondiElimina
  5. Provo sempre un senso di serenità quando passo da te ^^
    Credo che i mercati di paese ci riportino ad una dimensione più umana, che non dovremmo mai perdere.
    Buona giornata cara!

    Laura

    RispondiElimina
  6. Che bella scena hai rappresentato... Io amavo molto il mercato di Bologna...qui da noi sono piccoli, con poca scelta e soprattutto brevi...3/4 ore!

    RispondiElimina
  7. Da noi è proprio un mercatino ino ino, per lo più generi alimentari (frutta, salumi, pollo allo spiedo e dolci) e un paio di banchi vendono abbigliamento,ogni anno ne sparisce uno, non ci vado mai perchè al contrario del tuo a me mette tristezza.
    Ciao
    Gio

    RispondiElimina
  8. Bello leggere le vostre impressioni ed emozioni....grazie!

    RispondiElimina