photo il blog tra immagini e parole_zpsqgtslwns.gif

giovedì 12 maggio 2016

rispolvero la mia bilancia





Oggi ho incontrato una cara amica, ed ho subito notato che aveva qualcosa di diverso.
Lei, solitamente allegra e caciarona, aveva un'espressione smarrita sul volto.
Non ci è voluto molto per scoprire che avevo intuito bene...
A suo genero, un ragazzone di 38 anni papà di tre bimbi, dopo un mal di testa feroce che durava da giorni, e gli opportuni accertamenti, è stato diagnosticato un tumore alla testa.
Cosa potrei aggiungere?

.

13 commenti:

  1. come commentare?
    in confidenza, sono cattolico praticante e faccio parte di un gruppo di preghiera e sapessi quante richieste di preghiere per queste atroci malattie ci arrivano. Aggiungo un caso simile si trascina da 5 anni e secondo me, grazie alle preghiere adesso la signora vive normalmente con le dovute continue preventive pratiche diagnostiche. Dai con la tua presenza coraggio e serenità.

    RispondiElimina
  2. Questi sono fatti che ci devono far riflettere e apprezzare ancor di più la nostra vita, anche se fatta di cose che spesso ci rattristano, ma sono cose passeggere...
    C'è chi invece ha questo dolore terribile nel cuore e non può farci nulla, la vita è un soffio, tanto fragile e tanto preziosa.
    Un abbraccio e una preghiera per questo ragazzone e alla sua famiglia.
    Un bacio cara Sontyna

    RispondiElimina
  3. Ciao, mi dispiace tanto, preghiamo insieme per lui!
    un abbraccio da nonna Pat❤

    RispondiElimina
  4. Purtroppo la vita è fatta anche di cose così dolorose che in un attimo stravolgono completamente intere famiglie. Se puoi dai loro aiuto e conforto. Io lo ricordo nella preghiera.
    Gio

    RispondiElimina
  5. Non c'è niente da aggiungere cara Sontyna, se non un abbraccio forte a questo ragazzo e alla sua famiglia accompagnato da tantissime preghiere!!
    Un bacio Manu <3

    RispondiElimina
  6. Mi unisco a Manuela e ti dico anche io di pregare. La medicina ha fatto passi da gigante conosco molta gente che ci convive però hanno cambiato stile di vita molto sport, mangiare sano in modo estremo pare che questo male rallenti...Questa la mia esperienza spero possa servire un abbraccio
    Babaluccia

    RispondiElimina
  7. non ci sono parole..... dov'e' la giustizia divina???baci Sabry

    RispondiElimina
  8. Non ci sono davvero parole...
    Antonella

    RispondiElimina
  9. Non servono altre parole...se non preghiere e un abbraccio da chi conosce da vicino questo dramma.
    Forza...
    Ale

    RispondiElimina
  10. Mi spiace ! Non servono parole, forse possono servire le preghiere, nella speranza che le cose si possono migliorare. Un saluto

    RispondiElimina
  11. Comprendo perfettamente, ho convissuto per undici anni con il tumore al cervello di mio marito che gli è stato diagnosticato quando ne aveva 54. E' stato un calvario fatto di sette operazioni, di lunghi periodi di riabilitazione, di mesi in cui la vita sembrava tornata quasi normale, di controlli, di paure, di smarrimenti. In quei momenti si impara a capire che la vita è un dono prezioso e a dare il giusto valore alle cose.
    Oggi, che non c'è più, capisco come siano stati importanti quei giorni.
    Un abbraccio e una preghiera.

    RispondiElimina
  12. Grazie per il vostro supporto e soprattutto per le vostre testimonianze: siete fantastici ♥

    RispondiElimina
  13. Triste notizia, non so che scrivere ...

    RispondiElimina